Nani, un vecchio nemico e… una rivelazione! (Dragonero n. 34)

1455025890254.jpg--il_ritorno_di_zehfir___dragonero_34_cover

Una delle molte cose belle di Dragonero è che, mese dopo mese, esplora tutti i filoni narrativi del genere Fantasy, perciò un albo potrebbe essere ispirato al Dark Fantasy di Conan il Barbaro, un altro agli intrighi del Trono di Spade, un altro ancora al filone classico di Tolkien e Brooks.
Questo mese tocca agli elementi più “comici” del Fantasy e non è un caso che la storia in questione sia stata scritta da Luca Enoch, forse l’autore bonelliano più spiritoso e irriverente, come dimostrano anche le avventure delle sue “figlie” Gea e Lilith.
Quando si parla di comicità, non possono mancare i Nani, con cui Ian Aranill ha da sempre un rapporto burrascoso (da loro le prende sempre), come in Dragonero n. 12, finora il numero più divertente della serie.

Ian, Gmor e Sera vengono contattati da Myrva, la sorella di “Dragonero”, che ha trovato in una miniera dei Nani i cadaveri di due creature probabilmente provenienti dal mondo degli Abominii. Il timore della Tecnocrate è che da quel mondo “qualcosa” stia tentando di risalire.
Al comando di queste creature i nostri eroi troveranno una vecchia conoscenza: l’elfo oscuro Zehfir, che è scampato agli Abominii promettendo loro di trovare una delle tre parti di una Pietra di Sangue di Drago, proprio la parte custodita dai Nani.
I Nani saranno costretti a riprendere in mano le armi, per proteggere il loro tesoro.

All’interno di questa trama tipicamente Fantasy, gli elementi comici sono molti, a cominciare dalla scenetta in cui Ian trova Gmor nella “tenda del sudore” di un’orchessa, la quale lo lascia stordito e nudo come un verme, com’è usanza delle orchesse dopo l’accoppiamento. Gmor viene quindi visto e ampiamente schernito da pastorelli, compaesani e da Sera.
Con l’entrata in scena dei Nani, ovviamente scoppia l’immancabile rissa in cui Ian ha la peggio. Nel corso della storia, saranno le bizzarrie dei Nani a fare da elemento comico.

I disegni sono di Cristiano Cucina, il cui tratto fatto di ombre e chiaroscuri è perfetto per un’avventura che si svolge nel sottosuolo.

Ma questa è anche la storia in cui viene svelato un particolare sulla vita privata di Myrva, particolare che svelo, a chi non l’ha ancora letto, dopo l’immagine qua sotto, perciò se non volete spoiler, fermatevi qui!

1455026030062.jpg--

A pag. 12 viene fatto intuire, grazie al dialogo tra Myrva e la sua collega Tecnocrate Eija (tra un boccale di birra dei Nani e l’altro), una cosa che poi, a pagg. 42-43, viene detto esplicitamente: Myrva è lesbica (ma per niente tormentata, come invece è Legs Weaver) e fin da ragazza soffiava tutte le fidanzate al fratello.
Si attendono sviluppi…

Advertisements

About Daniele Ramella

Vivo a Novara, ma la mia ispirazione nasce a Torino, città densa di fascino e di mistero. Nel 2004 pubblico il mio romanzo d'esordio, "Il mummificatore", per l'editore Ananke, romanzo giallo a fondo horror che l'anno successivo vince il Primo Premio nel settore Narrativa del Concorso Torino Arte Città Amica. Nel 2006 viene pubblicato il mio secondo romanzo, "Il mistero del bosco maledetto", sempre un giallo tendente all'horror, per l'editore L'Età dell'Acquario. Nello stesso anno un mio racconto di fantascienza, "Un messaggio ai Posteri", arriva secondo al concorso NeroPremio, organizzato dal sito specializzato LaTela Nera, e viene pubblicato nell'antologia "Sedotti dal Buio" (Ferrara Edizioni). Nel 2009 un mio racconto viene incluso nell'antologia Turin Tales (editore Lineadaria), ambientata nei caffè storici di Torino. Dal 2014 ho deciso di intraprendere la strada del self-publishing e di pubblicare solo in formato e-book.
This entry was posted in Fantasy, Fumetti, Uncategorized and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Nani, un vecchio nemico e… una rivelazione! (Dragonero n. 34)

  1. Mi farai finire in mano ad un usuraio! 🙂

  2. (ah scusami… oggi da me si parla di un tuo vecchio libro)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s