Dragonero contro il Buio (Dragonero n. 33)

1451467780499.jpg--l_ultima_difesa___dragonero_33_cover

Con l’albo di febbraio, ancora in edicola, arriva finalmente il fantasy classico in stile Tolkien o Terry Brooks, con un ”villain” che somiglia molto al leggendario Sauron e che si chiama Nhugre (”il Buio”).
Questo misterioso stregone in armatura, a capo di un esercito di orchi, giganti e ghoul, sta devastando le terre dell’ovest e toccherà alle truppe candaryane, guidate dall’altezzosa e saccente comandante Freya Maran e accompagnate da Ian e Gmor, fermare l’avanzata.

I due scout, aiutati anche da una vecchia conoscenza, il giovane caporale Roney (vedere Dragonero nn. 18-19),  non avranno vita facile, anche perchè Freya è in realtà un’incapace, messa in quel posto solo perchè di nobile famiglia, e le truppe candaryane rischieranno la disfatta proprio per colpa delle sue scelte sbagliate.
Solo Dragonero e la sua spada “Tagliatrice Crudele” potranno sconfiggere il nemico.

In questa avventura sono i disegni, più che la trama, a farla da padrone: torna infatti il grande Giancarlo Olivares, già visto nei nn. 15-16, e il suo lavoro è ancora più potente del suo debutto su questa testata.
Le sue tavole infatti sembrano voler esplodere dalla pagina e la gabbia fatica a trattenerle, come si può vedere ad esempio a pagina 33, dove i giganti che lanciano massi sembrano i ciclopi dell’Odissea, oppure nell’epica battaglia da pag. 68 in avanti.

L’unico difetto di questa storia è che è troppo condensata: una trama come questa meritava di essere dilatata almeno in due parti e anche l’apparentemente invincibile Nhugre viene sconfitto fin troppo facilmente da Ian, il cui legame con il sangue di drago comincia a rendere un po’ prevedibile la sua vittoria finale, come se non avesse punti deboli.

Nel finale, a mio avviso, si gettano le basi per futuri problemi per l’Impero e per le trame del cancelliere Ausofer, perchè la fama di Dragonero sta ormai dilagando ovunque, rischiando secondo me di mettere in ombra la stessa famiglia imperiale.
Insomma, se l’Impero dovesse giocare sporco e se Ian dovesse ribellarsi, potrebbe avere scout e parte dell’esercito al suo fianco.

dragonero-33-11451468003249

Advertisements

About Daniele Ramella

Vivo a Novara, ma la mia ispirazione nasce a Torino, città densa di fascino e di mistero. Nel 2004 pubblico il mio romanzo d'esordio, "Il mummificatore", per l'editore Ananke, romanzo giallo a fondo horror che l'anno successivo vince il Primo Premio nel settore Narrativa del Concorso Torino Arte Città Amica. Nel 2006 viene pubblicato il mio secondo romanzo, "Il mistero del bosco maledetto", sempre un giallo tendente all'horror, per l'editore L'Età dell'Acquario. Nello stesso anno un mio racconto di fantascienza, "Un messaggio ai Posteri", arriva secondo al concorso NeroPremio, organizzato dal sito specializzato LaTela Nera, e viene pubblicato nell'antologia "Sedotti dal Buio" (Ferrara Edizioni). Nel 2009 un mio racconto viene incluso nell'antologia Turin Tales (editore Lineadaria), ambientata nei caffè storici di Torino. Dal 2014 ho deciso di intraprendere la strada del self-publishing e di pubblicare solo in formato e-book.
This entry was posted in Fantasy, Fumetti, Uncategorized and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to Dragonero contro il Buio (Dragonero n. 33)

  1. Tornare in libreria è perioloso se ti seguo…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s