SELFIE-BOOK # 1 – MAURO LONGO

Come ho già accennato nella mia presentazione, dal 2014 ho deciso di pubblicare e promuovere in totale autonomia i miei romanzi, vendendoli nel formato e-book su Amazon. In questa rubrica non intendo però parlare di me stesso, ma di altri autori “self-published” che considero validi.

Infatti, la prima idea che un profano potrebbe farsi di uno scrittore auto-prodotto, che vende i propri e-book su Amazon, è che sia un dilettante allo sbaraglio, incapace di costruire un periodo o di inventare idee originali.
Naturalmente esistono anche questi: ragazzini e ragazzine folgorati dalla saga di Twilight o dalla trilogia porno-soft delle Cinquanta Sfumature, che scrivono e pubblicano scopiazzature solo perché la tecnologia glielo permette. Però ci sono anche veri scrittori dalla fervida immaginazione, che usano Amazon per pubblicare e promuovere autentiche chicche, sulle quali difficilmente un Editore scommetterebbe, magari solo perché sono di un genere troppo “di nicchia”.

Il “self-published” della settimana è Mauro Longo, che ha avuto il coraggio e la maestria di rivisitare la poetica leopardiana in chiave horror-mystery, nel suo e-book “I cancelli del Tartaro”, primo volume della serie “Ultime lettere di Jacopo Mortis”.
In questa novelette (racconto lungo), l’autore immagina un personaggio romantico quanto l’originale leopardiano, ma immerso in una trama a tinte fosche e con rimandi alla fantascienza lovecraftiana. Jacopo Mortis viene infatti coinvolto, da un’organizzazione segreta, in una pericolosa avventura nel cuore delle terra, fra orribili creature e con l’ausilio di attrezzature mutuate dal genere “steam-punk”.
Proprio questa commistione di generi è il punto forte di Mauro Longo e di molti altri autori che ho conosciuto su Amazon, difficilmente classificabili come genere e proprio per questo snobbati dalla critica e dall’editoria, che preferiscono romanzi più facili da incasellare in un genere ben definito.

Lo Jacopo Mortis di Mauro Longo fa parte di un progetto di scrittura collettiva molto più ampio, chiamato “Risorgimento di Tenebra” (al quale sono onorato di avere dato anch’io il mio modesto contributo), che si prefigge di rivisitare la storia dell’Italia Unita in chiave horror: abbiamo quindi un Mazzini e un Cavour ammazza-vampiri, una Anita Garibaldi risorta, demoniaca e assetata di vendetta e altre rutilanti idee, difficilmente collocabili nell’attuale panorama editoriale italiano.

Eppure sono un sacco divertenti, come potrete constatare da soli, facendo un giro su Amazon.

Se volete acquistare l’e-book di Mauro Longo, qua sotto trovate il link.
Buona lettura e buon divertimento!

LINK ACQUISTO:
http://www.amazon.it/Cancelli-Tartaro-Ultime-lettere-Jacopo-ebook/dp/B00KUYHDVUJacopo Mortis

Advertisements

About Daniele Ramella

Vivo a Novara, ma la mia ispirazione nasce a Torino, città densa di fascino e di mistero. Nel 2004 pubblico il mio romanzo d'esordio, "Il mummificatore", per l'editore Ananke, romanzo giallo a fondo horror che l'anno successivo vince il Primo Premio nel settore Narrativa del Concorso Torino Arte Città Amica. Nel 2006 viene pubblicato il mio secondo romanzo, "Il mistero del bosco maledetto", sempre un giallo tendente all'horror, per l'editore L'Età dell'Acquario. Nello stesso anno un mio racconto di fantascienza, "Un messaggio ai Posteri", arriva secondo al concorso NeroPremio, organizzato dal sito specializzato LaTela Nera, e viene pubblicato nell'antologia "Sedotti dal Buio" (Ferrara Edizioni). Nel 2009 un mio racconto viene incluso nell'antologia Turin Tales (editore Lineadaria), ambientata nei caffè storici di Torino. Dal 2014 ho deciso di intraprendere la strada del self-publishing e di pubblicare solo in formato e-book.
This entry was posted in E-book and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s